I nostri insegnamenti conoscono e usano una metodologia interdisciplinare – I Linguaggi Musicali – , la Musica al centro della lezione, tutto intorno la vocalità, il ritmo, il movimento, il di-segno, l’immaginazione la creatività e il lavoro d’ insieme favoriscono il naturale apprendimento della Musica Perché cominciare con i nostri corsi a tre anni? Perché a tre anni è ancora possibile sollecitare le caratteristiche musicali innate in ciascuno di noi e questo rende più naturale l’apprendimento della musica. Hai mai sentito parlare di bambini prodigio, uno per tutti il piccolo Mozart.  

La favola della Musica

C’era una volta, c’è tuttora e ci sarà
sempre, una grande famiglia:
MUSICA .
“Ciao a tutti!
Mi presento: sono Semiminima , ma
tu chiamami Se . Basta anche solo
battere le mani una volta e io
arrivo… Più volte batti le mani e più
volte mi senti, se non batti le mani…
non mi senti!
La mia mamma si chiama Minima ,
per gli amici Mi-ni … dai, prova a
chiamarla anche tu! E’ tonda e bella
la mia mamma…
A capo di tutte noi c’è la nonna
Semibreve …che cammina
lentamente… Chiamala:
Se-mi-bre-ve … la vedrai arrivare
len-ta-men-te…
La mia sorellina minore si chiama
croma, ma tutti la chiamano cro . Se la
vedi in giro con la sua migliore
amica… chiamale cro-cro … che son
contente! Non ti confondere, è
sempre lei, la croma!
A volte ci ritroviamo con le nostre
cuginette, le semicrome , veloci, agili
e snelle, per gli amici se , ma con
l’iniziale minuscola, non ti
confondere! Chiamale se-se-se-se , e
si presenteranno correndo!
Tutta la famiglia può anche non farsi
sentire, se non batti le mani noi non
ci siamo, al nostro posto c’è il signor
Silenzio
Possiamo parlare lento, veloce,
piano, forte e in qualsiasi modo
parliamo siamo sempre unite
dall’armonia e dalla melodia.
Sappiamo esprimere la gioia, la
felicità, l’allegria, la tristezza, la
rabbia… tutto ciò che proviamo
diventa Musica
Dai, giochiamo e suoniamo?
A presto sentirci!!!

……….tutto questo, in primavera, sboccerà e diventerà animazione!
a cura di Patrizia Scarano

L’elaborazione dei di-segni è per tutti noi, che partecipiamo alle attività contenute nello statuto della IAAM, fondamentale nell’acquisizione dell’idea metodologica i “Linguaggi Musicali”. Alcune elaborazioni di di-segni sono richieste durante le lezioni, invece altre volte sono elaborati fatti a casa. Per una maggiore e comprensione del linguaggio musicale, diamo ai nostri allievi la possibilità di esplorare linguaggi attinenti e interdisciplinari con la Musica. L’obiettivo didattico è elaborare in un modo interdisciplinare tutti i linguaggi della metodologia che favoriscono e aiutano l’apprendimento della Musica. Attraverso l’espressione del disegno, conosciamo i nostri allievi in una forma diversa e ampia, esprimere sempre e comunque le proprie emozioni, è per noi una base fondamentale dell’insegnamento, che sviluppata nel tempo favorisce il buon andamento dell’apprendimento. Tutti possono provare a esprimere le proprie emozioni conoscendo il linguaggio musicale, nel modo e nei tempi in cui noi lo proponiamo.

Il di-segno non è l’unico elemento innovativo riguardante l’idea metodologica, in seguito saranno pubblicati altri esempi, accenni, proposte…

GiocoMusica

GiocoMusica

Strumentiamoci

Strumentiamoci

AltraMusica

AltraMusica

Condividi

Condividi con i tuoi amici!